Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="4890"]
Zapisz Zapisz

Alfredino Rampi, il bimbo caduto nel pozzo.

Posted on 0 No tags 0

Ricorre oggi l’anniversario della morte di Alfredino Rampi, il bimbo caduto nel pozzo.
Trentott’anni fa l’Italia intera stava con il fiato sospeso davanti alla tv a seguire la triste storia di Alfredino, un bimbo romano di sei anni, accidentalmente caduto dentro un pozzo artesiano nei pressi di Vermicino.

Avevo solo cinque anni quando accadde l’incidente ma ho chiari,

Rivoluzione!

Posted on 0 No tags 0

Andiamo a fare la rivoluzione? Chi viene con me?

No, i gilet gialli lasciateli pure nell’auto. Già abbiamo problemi con l’assicurazione non pagata della Fiat Punto, vogliamo mica peggiorare la situazione se ci “ferma” la Polizia Stradale e ci trova senza giubbino?  E poi, diciamolo chiaramente: quel giallo sgargiante stona con il nostro smartphone di ultima generazione appena comprato in 24 comode rate da cinquanta euro.

Enjoy, in tutti i sensi.

Posted on 0 No tags 0

Le automobiline rosse “Enjoy” lasceranno presto la città dell’Elefante. È notizia di questi giorni che tra un mese circa il servizio di car sharing attivo a Catania dal 2016 chiuderà i battenti.

Abbiamo ancora un mese per usufruire dell’importante servizio! No, lasciate perdere la mobilità sostenibile… Per questo abbiamo i mezzi pubblici efficienti.

Cantando sotto la pioggia

Posted on 0 No tags 0

Esco dalla macchina. Non ho trovato posto vicino casa.
Non fa nulla. Qualche passo in più da fare a piedi…
C’è una leggera pioggerellina. Piccole gocce, a tratti, piacevoli da sentire sulla pelle.
La pioggia aumenta d’intensità.
Aumento l’andatura e abbasso lo sguardo. Mi da fastidio che gli occhiali si bagnino.

Il discorso di Greta Thunberg

Il discorso di Greta Thunberg dello scorso dicembre ci ha fatto conoscere questa ragazzina, attivista, che si batte per lo sviluppo sostenibile e contro il cambiamento climatico. Sicuramente un esempio da seguire!
Forse non tutti sanno che ad agosto dello scorso anno, per circa 20 gg. ha deciso di non andare a scuola ed è rimasta seduta davanti al parlamento del suo Paese per protestare affinché il governo svedese riducesse le emissioni di anidride carbonica come previsto dall’accordo di Parigi sul cambiamento climatico.

Isabel e lo specchio.

Isabel guardava la sua immagine riflessa sul grande specchio con la cornice in mogano.
Le piaceva guardarsi.
Amava scrutare ogni centimetro della figura che aveva davanti a se: il corpo esile coperto da una vestaglia bianca di seta,